Login

Register

Login

Register

Una vera e propria “icona”: il tacco alto

Le scarpe Adidas: una storia affascinante
17 Marzo 2017
Francesine o Oxford?
30 Marzo 2017

Una vera e propria “icona”: il tacco alto

Sei a Milano, e sei una patita delle scarpe? Allora non puoi perderti a Palazzo Morando la mostra “Manolo Blahnik. The art of shoes”, visitabile fino al 9 aprile. E perché non andarci con una bella scarpa stiletto?
Il tacco alto rappresenta infatti quanto di più femminile e sensuale possa esserci: slancia la figura, risalta la caviglia, dona sensualità ed eleganza alla camminata.
Lo sapevi che l’invenzione del tacco alto è tutta italiana? La prima donna a lanciare questa moda fu infatti Caterina de’ Medici, vissuta nel ‘500. Nonostante fosse di gran carattere, non era però di statura molto elevata, e così, per essere…all’altezza del suo sposo, il duca di Orléans e futuro re di Francia, usava portare dei tacchi alti 7 centimetri. Ma non eravamo che agli inizi…

Da quel momento in poi infatti la moda dei tacchi alti si diffuse, riscuotendo grande successo anche nel ‘600 e nel ‘700, quando il tacco raggiunse altezze davvero ragguardevoli, fino ad arrivare ai giorni nostri, quando si inventò il celebre tacco a spillo! Il merito va ad alcuni calzolai di Vigevano, che ebbero la geniale idea nel 1953 di creare una base di alluminio che conferiva maggiore stabilità ad una scarpa diventata parecchio alta, in modo cioè che il tacco, fino ad allora esclusivamente in legno, non si spezzasse. Fu Dior poi a diffondere il tacco alto in tutta Europa, spesso destando anche scandalo.

Il tacco a stiletto conobbe successivamente una battuta di arresto tra la fine degli anni ’60 e gli anni ’70, in concomitanza con il movimento hippie e con quello femminista, in particolare perché era visto come un simbolo della supremazia maschile. Inoltre, sempre in quegli anni, con il diffondersi della cultura dance, il tacco a spillo fu offuscato da altri tipi di calzature, come ad esempio quelle platform.

Ma dagli anni ’80 in poi è tornato prepotentemente di moda, e probabilmente non ci abbandonerà più. E come rinunciare ad un bel paio di tacchi alti se hai deciso di sprigionare tutto il tuo fascino? Pensa che Marilyn Monroe, che certamente di seduzione se ne intendeva, in una celebre frase disse: “Io non so chi abbia inventato i tacchi alti, ma tutte le donne devono loro molto”.

Oggi il tacco alto lo puoi indossare con la classica scarpa décolleté, che farà sempre la sua figura, ma anche, se hai voglia di seguire gli ultimi trend, potresti decidere di optare per un bel paio di scarpe a tronchetto, gli “ankle boots”, assolutamente di gran moda.

Sono una calzatura perfetta per la primavera in arrivo, e se li sceglierai nella versione con tacco a stiletto sarai supercool!
Inizialmente il tronchetto fu concepito come scarpa per affrontare i primi freddi, ma nelle ultime stagioni li abbiamo visti uscire sempre più dal guardaroba esclusivamente invernale per fare il loro ingresso trionfale anche in quello primaverile. Sono perfetti per queste temperature che ancora non ti permettono di indossare le scarpe aperte, ma potranno diventare anche la calzatura ideale per le sere d’estate, per sentirti femminile e grintosa al tempo stesso.

Stanno benissimo con un bel paio di jeans stretti, come gli skinny o quelli a sigaretta, o con altri pantaloni dalla linea piuttosto aderente. Ma sono anche in grado di risaltare il tuo outfit se scegli di indossarli ad esempio con un abitino corto, leggero e svolazzante!

Che aspetti? Un paio di scarpe col tacco alto è assolutamente irrinunciabile!